Immagine
 A Summer Night ... Albert Moore... di Loredana Morandi
 
"
La "domanda stupida" è il primo indizio di uno sviluppo totalmente nuovo.

Alfred North Whitehead
"
 
\\ Home Page : Articolo
Giustizia: allarme dell'ANM si va verso sistema autoritario - rassegna da l'Unitą
Di Loredana Morandi (del 22/08/2008 @ 18:20:08, in Magistratura, linkato 60 volte)

Giustizia, allarme dell'Anm: si va verso sistema autoritario


La “grande riforma” della giustizia si farà, procederà di pari passo al federalismo fiscale, e metterà «in pratica molte delle idee di Giovanni Falcone». Silvio Berlusconi rompe il silenzio estivo e, con un'intervista al settimanale “Tempi”, torna ad agitare le acque dell'Associazione nazionale magistrati, allarmata dal rinnovato annuncio di una riforma che punta a separare le carriere di giudici e pm, a cambiare composizione e competenze del Csm, a rivedere «l'attuale ipocrisia della finta obbligatorietà» dell'azione penale, e - aggiunge il premier - a introdurre «criteri meritocratici nella valutazione dei magistrati».

Che il pericolo sia avvertito come imminente e di grande portata lo dimostra il richiamo al «governo fascista» fatto dal segretario dell'Anm, Giuseppe Cascini, prima ancora che fosse reso noto il testo dell'intervista di Berlusconi in un'intervista a Klaus Davi, pubblicata su Youtube. Sulla riforma del Csm che Berlusconi vuole fortemente, lancia anche accuse durissime: «Se introduciamo la politica nel Consiglio, rischiamo di richiamarci a un modello autoritario, ovverosia quello fascista, dove la magistratura non è indipendente dal potere politico, e quindi non tutti i cittadini sono garantiti allo stesso modo». «Aggiungo - prosegue Cascini - che la corte Europea potrebbe avere delle riserve, nel senso che alcuni principi della costituzione come quello d’uguaglianza non sono modificabili. È quindi possibile che si apra una discussione molto seria a livello di Corte di giustizia europea, proprio sulla compatibilità di questo modello con i principi della convenzione europea. Non dobbiamo dimenticare che il sistema giudiziario attuale, che garantisce l'autonomia della magistratura è stato scritto sulla base delle vicende storiche del '48. I tribunali speciali del regime fascista - aggiunge - condannavano i nemici politici del governo. I giudici in passato obbedivano al governo fascista. La scelta di una magistratura indipendente che si governa da sola è stata fatta sulla base di quella esperienza».

La politica italiana è arrivata ad aver paura delle intercettazioni. «Un politico non deve temere le intercettazioni» e magari dovrebbe seguire l'esempio di Giulio Andreotti, «il miglior imputato politico italiano» che «si è affidato alla giustizia ed ha affrontato il processo in maniera esemplare, rispettando le istituzioni e accettando di essere trattato come tutti gli altri “normali” cittadini». Cascini ha lodato Andreotti e sottolineato: «Sarebbe auspicabile che tutti i politici coinvolti in procedimenti di giustizia, invece di sottrarsi seguissero il suo esempio». Poi, ha ricordato: «Più volte mi sono espresso contrariamente al fatto che vengano pubblicate sui giornali brogliacci di intercettazioni riguardanti la vita privata degli interessati. Nessuno può essere contento dell'idea di essere intercettato, ma dobbiamo affidarci alla giustizia e alla magistratura». «Vorrei ricordare – ha proseguito il segretario dell'Anm - che il nostro è l'unico paese del mondo in cui le sole intercettazioni possibili sono quelle consentite dalle autorità giudiziarie. In tutti gli altri Paesi le fanno la politica, la polizia e i servizi segreti. Grazie alla nostra Costituzione, che garantisce l'inviolabilità della corrispondenza e che qualcuno vuole modificare, l'intercettazione è possibile solo con un provvedimento motivato dell'autorità giudiziaria». Cascini, quindi, ha proposto: «A mio avviso c'è bisogno di una seconda legge sulle intercettazioni che regolamenti la loro pubblicazione, permettendo la divulgazione degli atti processuali e non dei fatti personali dell'indagato».

Poi, quando l’argomento diventa il capo del governo, le questioni aperte sono molte: «Alcuni processi su Berlusconi sono andati in prescrizione e quindi non è stato possibile accertare il fatto; in alcuni casi, non c'è stata una pronuncia di assoluzione nel merito: ci sono state sentenze in cui non si è potuto dire né colpevole né innocente, perché è passato troppo tempo dal fatto». Il segretario dell'Anm ha osservato che «prima della riforma emanata nel 2002, questi tipi di reati erano punibili molto più gravemente; oggi è diventata una semplice contravvenzione e l'estinzione del reato per il passaggio del tempo si accorcia».

Dal sindacato delle “toghe” arriva però un j'accuse anche al Pd, verso cui, paradossalmente lo stesso Berlusconi non nasconde la propria «delusione» per una «sudditanza psicologica e politica» nei confronti delle «frange giustizialiste». La «mancanza di posizione» del partito di Veltroni sulla riforma annunciata dal premier viene definita «molto preoccupante» dal segretario dell'Anm, che aggiunge: «nella sinistra c'è chi in malafede non vuole giudici indipendenti». I Radicali, che del Pd fanno parte e che hanno recentemente presentato una mozione per una riforma dai contenuti quasi simili a quelli del Pdl (separazione delle carriere, abolizione dell'obbligatorietà dell'azione penale, riforma Csm e responsabilità civile del magistrati), accusa l'Anm di essere lontana dalle esigenze dei cittadini e di non voler trovare soluzioni ai «problemi cronici» della giustizia.

Ma è sul pensiero di Falcone che si consuma lo scontro più violento. «Berlusconi lasci stare Falcone. È come il diavolo che parla dell'acqua santa: Falcone ha combattuto la mafia, Berlusconi molte volte ha ammiccato ai mafiosi», ricorda il leader dell'Idv Antonio Di Pietro. La stessa posizione del presidente dell'Anm, Luca Palamara: «Il modello di magistrato incarnato da Falcone è per noi un punto di riferimento. Su questo argomento bisogna evitare le strumentalizzazioni - spiega Palamara - anche perché Falcone ha dato lustro alla magistratura nella difesa non solo della legalità e dei diritti violati ma anche di quel valore insopprimibile dell'ordinamento rappresentato dalla fiducia dei cittadini nella giurisdizione e nelle istituzioni».

Pubblicato il: 21.08.08
Modificato il: 22.08.08 alle ore 16.01


http://www.unita.it/view.asp?IDcontent=78248
Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa
 
Nessun commento trovato.

Anti-Spam: digita i numeri CAPTCHA
Testo (max 1000 caratteri)
Nome
e-Mail / Link


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.
Ci sono 94 persone collegate

< agosto 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             




Cerca per parola chiave
 

Titolo
Ambiente (25)
Economia (27)
Estero (43)
Giuristi (25)
Indagini (87)
Magistratura (394)
Osservatorio Famiglia (10)
Politica (335)
Redazionale (10)
Sindacato (30)
Telestreet (6)
Varie (37)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019

Gli interventi pił cliccati

Ultimi commenti:
Not known Facts Abou...
26/08/2018 @ 14:00:00
Di Maybelle
NRI Legal Services 8...
25/08/2018 @ 11:43:58
Di April
NRI Legal Services
25/08/2018 @ 09:54:26
Di Odell

Titolo
Bianco e nero (38)

Le fotografie pił cliccate

Titolo
Fansub pornografia e File Sharing ne vogliamo parlare?

 Si
 No
 Non lo so





25/08/2019 @ 16:13:42
script eseguito in 184 ms