Immagine
 the strange lady .. kurt nimmo... di Loredana Morandi
 
"
"Pensare è più interessante di sapere, ma meno interessante di guardare."

Goethe
"
 
\\ Home Page : Articolo
L'INTERVISTA RITROVATA
Di Loredana Morandi (del 15/12/2004 @ 20:50:51, in Magistratura, linkato 292 volte)

Quella che segue è la sbobinatura della mia intervista al Dott. Ingroia, pm del Tribunale di Palermo, più alcune note dal suo intervento. Ve ne parlavo in quel del post sulla condanna a Dell'Utri. Risale al gennaio 2003 ma, personalmente, trovo che ogni singola parola in tema di lotta alla mafia e alla criminalità organizzata sia sempre attuale. Per questa ragione posto anche l'intervista al dott. Policastro, del Tribunale di Napoli. Di entrambe le interviste conservo la copia montata in un servizio di approfondimento di circa otto minuti.

ANTONIO INGROIA al Congresso di MD

La Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo, quali le problematiche per un magistrato?
"Le problematiche sono tante e sono dovute soprattutto al fatto di avere a che fare con un fenomeno criminale, con un'organizzazione criminale detta "Cosa Nostra". Un organizzazione segreta, potente, radicata nel territorio e con profonde infiltrazioni nel tessuto socio economico siciliano, con ampie articolazioni anche nell'ambito della politica, dell'economia e dell'amministrazione pubblica. Da qui la grande difficoltà cui si aggiungono, in questi anni, delle difficoltà dovute al fatto che la Mafia, "Cosa Nostra", arriva in questi ultimi anni a una strategia silente di auto affermazione, avendo rinunciato alla strategia degli omicidi per fare meno rumore. Questo ha determinato una caduta e una minore attenzione, che sommata sostanzialmente alle difficoltà della magistratura sotto attacco, ha determinato anche meno consenso, meno strumenti, meno uomini, meno forze impegnate su questo fronte, meno strumenti rieducativi. La legislazione antimafia ad oggi non è adeguata allo scontro, a quanto sarebbe necessario per rendere le indagini più efficaci ed efficenti. La legislazione antimafia che venne approvata negli anni successivi alle stragi del 1992, oggi in buona parte non esiste più e la legislazione antimafia attuale è del tutto inadeguata. Si è tornati alla vecchia delega ai magistrati e alle forze dell'ordine per il contrasto alla Mafia. Magistrati, poliziotti, carabinieri e finanzieri sono oggi sempre più soli ad agire contro la Mafia, che naturalmente rende tutto sempre più difficile."
Appunti dalla relazione al Congresso:
Processo penale: il luogo oscuro e tetro, come nei romanzi di Kafka, in cui il cittadino viene catturato e reso oggetto di ingiustizia. Assistiamo ad un progetto di garanzia assoluta contro la legge penale. Il progetto di un giudice macchina, nella volontà del legislatore, con sentenze già scritte: condanne per i poveri e assoluzione per i ricchi, garanzia di impunità verso altri cittadini. Due i binari: uno per la magistratura in stato di sostanziale intimidazione e costretta all'autocensura; l'altro per la legge il cui dettato trasparente persegue l'obiettivo di impunità della classe dirigente.
Mafia: sono evidenti i segnali di impazienza dei mafiosi, oggi insofferenti al mondo politico al di là del destinatario politico. L'obiettivo politico dell'attuale prodotto legislativo è talmente evidente, che i Mafiosi si dicono: "Anche noi siamo potenti" e chiedono di entrare nel circuito differenziato della Giustizia. Tale segnale è diretto: vogliono in sostanza il loro riconoscimento all'interno della Società. Nonostante la grande difficoltà del momento della magistratura, questo è il miglior momento della magistratura per dare una esatta informazione ai cittadini. Le imposizioni alla magistratura, recepite in primis dai movimenti, concorrono ad una maggiore consapevolezza di tutti i cittadini, che si battono per la garanzia e l'efficienza di un Processo, che sia luogo di accertamento della verità.

ALDO POLICASTRO al Congresso di MD
 
La lotta alla Criminalità, la Giustizia e la crisi del Processo Penale:
"Mah, sicuramente la Giustizia penale è un argomento molto ampio, io penso che bisogna, dal mio osservatorio, concentrare l'attenzione su ciò che conosco di più, ovvero la giustizia penale nel Meridione. Dobbiamo sicuramente segnalare un dato, registriamo un dato, che nel Meridione diventa più eclatante rispetto al nord del paese: la Giustizia a due velocità. Cioè la rapidità con la quale vengono definite le vicende di minore complessità, di contro alla lungaggine della definizione delle questioni di maggiore complessità e cioè le questioni più rilevanti, i cosiddetti reati di competenza colleggiale, quindi i reati di Criminalità Organizzata o i reati dei Colletti Bianchi. Quindi registriamo una giustizia a due velocità. Velocissima per i reati di minore entità di più facile accertabilità, che sono quelli dei poveracci, quelli del delinquente comune. Mentre vi sono delle lungaggini nella definizione dei reati di maggiore complessità. Nel Meridione ciò diventa eclatante, perchè chiaramente la questione Criminalità Organizzata è una questione abbastanza dimenticata, devo dire, nel dibattito complessivo della Giustizia Penale. Sembra che la Mafia, la Camorra e la 'Ndrangheta siano state sconfitte, o siano ritornate in un alveo di fisiologia. Mentre in realtà siamo di fronte a una presenza massiccia, della criminalità organizzata e a una difficoltà di risposta giudiziaria. Io dico, come lo slogan di questo Congresso "la forza dei diritti", sta anche nella difesa dei cittadini da questa presenza pervicace, penetrante, che comprime sicuramente tutti i diritti.  In primo luogo quelli di libertà, ma di movimento, di impresa, di lavoro. Il diritto al lavoro viene compresso, viene depotenziato per la gestione monopolistica della Camorra in alcuni settori, ciò non consente lo spazio per la libertà. La forza dei diritti sta nella capacità della magistratura, quella civile sicuramente nella tutela dei diritti da promuovere e tutelare nella attività specifica, ma sicuramente l'attività del magistrato penale volta, possiamo dire, a ridurre il danno. Perchè sconfitte non se ne vedono all'orizzonte, ma sicuramente nell'accertamento delle responsabilità personali, e il processo penale è il luogo dell'accertamento delle responsabilità personali non dei fenomeni, sicuramente quelle consentono di arginare. Come dicevo molto è rimesso all'accertamento delle responsabilità personali, in questo modo si limita e si riduce il danno di questa presenza massiccia e penetrante. E allora il compito della magistratura penale è in questo momento assicurare pari velocità di intervento e pari adeguatezza di intervento, sia per i reati di minor rilievo, che per i reati di maggior rilievo. E' necessario, che su entrambi i fronti vi sia analogo impegno ed è necessario, e ritengo sia in atto, un vero sforzo affinchè tali reati di maggiore complessità, trovino accertamento e responsabilità, come dire, assoluzione o condanna in tempi rapidi."

Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa
 
Nessun commento trovato.

Anti-Spam: digita i numeri CAPTCHA
Testo (max 1000 caratteri)
Nome
e-Mail / Link


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.
Ci sono 60 persone collegate

< ottobre 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             




Cerca per parola chiave
 

Titolo
Ambiente (25)
Economia (27)
Estero (43)
Giuristi (25)
Indagini (87)
Magistratura (394)
Osservatorio Famiglia (10)
Politica (335)
Redazionale (10)
Sindacato (30)
Telestreet (6)
Varie (37)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
Not known Facts Abou...
26/08/2018 @ 14:00:00
Di Maybelle
NRI Legal Services 8...
25/08/2018 @ 11:43:58
Di April
NRI Legal Services
25/08/2018 @ 09:54:26
Di Odell

Titolo
Bianco e nero (38)

Le fotografie più cliccate

Titolo
Fansub pornografia e File Sharing ne vogliamo parlare?

 Si
 No
 Non lo so





30/10/2020 @ 03:34:16
script eseguito in 157 ms