\\ Home Page : Articolo : Stampa
ANM Caltanissetta sui danni alla collega sostituto procuratore di Gela
Di Loredana Morandi (del 09/08/2008 @ 12:57:40, in Magistratura, linkato 101 volte)
ASSOCIAZIONE NAZIONALE MAGISTRATI



- sezione di Caltanissetta -



Caltanissetta, 7 agosto 2008


L'A.N.M. di Caltanissetta esprime la più incondizionata solidarietà alla collega Serafina Cannatà, che da sette anni è sostituto procuratore a Gela e che questa notte ha subito un danneggiamento di segno intimidatorio.
L'episodio ripropone drammaticamente il problema della sicurezza sul territorio di Gela, dove tanti cittadini al pari di Lei hanno subito azioni analoghe per i più svariati motivi.
In questa occasione tuttavia si fanno evidenti i gravi disagi cui vanno incontro i magistrati che, al pari della collega Cannatà, con professionalità e costanza, assicurano la loro opera per far funzionare uffici giudiziari importanti, ma non sempre oggetto di adeguata attenzione.
L'episodio si verifica, mentre i magistrati stanno denunciando che per effetto della normativa vigente gli uffici giudiziari di frontiera, tra i quali anche quello di Gela, rischiano di rimanere scoperti per l'impossibilità di assegnare ad essi magistrati di prima nomina.
Il funzionamento della giustizia non può essere assicurato solo dall'intransigente rettitudine e dallo spirito di servizio dei singoli magistrati, che, come Serafina Cannatà, non si stancano di operare in territori difficili, affrontando anche rischi personali.
L'ANM ritiene che la sicurezza sul territorio di Gela e il funzionamento della giustizia siano problemi che non possono essere delegati esclusivamente alla magistratura e alle forze dell'ordine.
E' auspicabile su di essi una più costante ed incisiva attenzione da parte di tutte le istituzioni.

IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA
DELL'ANM DI CALTANISSETTA
Dott. Giovanbattista Tona