\\ Home Page : Articolo : Stampa
FNSI SU PRIVATIZZAZIONE RAI
Di Loredana Morandi (del 28/09/2004 @ 19:14:46, in Sindacato, linkato 295 volte)
Il Segretario Generale della Federazione Nazionale della Stampa italiana, Paolo Serventi Longhi, ha dichiarato: “E’ inconcepibile,  e contraddittorio con la stessa Legge Gasparri,  che il Presidente del Consiglio dichiari che la Rai sarà quotata in borsa almeno per il 20% entro marzo. Mentre il suo Ministro parla di “public company”, Berlusconi aggrava il suo conflitto di interessi e prefigura  una quota consistente come il 20% del servizio pubblico in borsa,  disponibile per il miglior offerente. Quali sono le intenzioni del Governo? Avviare da marzo una privatizzazione selvaggia della Rai, oppure venderla a pezzi (una rete o una struttura produttiva per volta), oppure applicare la legge che prevede la vendita al massimo di un 1% a  ciascun soggetto privato interessato all’acquisto? Non è chiaro, anzi è chiarita solo l’intenzione del Governo di smantellare il servizio pubblico e renderlo inoffensivo. Un obiettivo perseguito dalla Legge Gasparri. La Fnsi è indignata per il fatto che si rilascino dichiarazioni contraddittorie senza alcuna consultazione con i sindacati dei dipendenti della Rai. Ricordo che la Federazione della Stampa e l’Usigrai rappresentano oltre il 15% dei lavoratori del servizio pubblico. Occorre che si metta fine alle battute e si facciano proposte serie”. Roma, 28 settembre 2004. Prot. n. 156/C.