\\ Home Page : Articolo : Stampa
A.N.M. sul DL Anti Terrorismo
Di Loredana Morandi (del 29/07/2005 @ 17:05:37, in Magistratura, linkato 321 volte)

Associazione Nazionale Magistrati

L’A.N.M. sul decreto-legge antiterrorismo

Il decreto legge n. 144 del 2005 recante “misure urgenti per il contrasto al terrorismo internazionale” contiene norme che dovranno costituire oggetto di approfondito esame, sia per gli aspetti giuridici che di funzionalità. L’A.N.M. si limita, perciò, in questa sede ad intervenire solo su alcuni punti di immediato rilievo pratico.

P.G. e notificazioni

Si comprendono le ragioni addotte a fondamento della sottrazione del personale di polizia giudiziaria ai compiti di notifica, di partecipazione alle udienze in veste di P.M. ed agli adempimenti propri del processo innanzi al giudice di pace; ma occorre avere consapevolezza che le nuove disposizioni provocheranno gravi problemi di funzionalità all’attività giudiziaria, per cui andrebbero previsti meccanismi compensativi da attuare con la destinazione di altro personale quanto meno ai compiti di notifica.

Intercettazioni preventive

In ordine alle “nuove” intercettazioni preventive introdotte dall’articolo 4 del decreto-legge, non risulta rispettato il modello  collaudato dell’art. 226 disp. coord. c.p.p., ed infatti:

o   per indicare le condizioni giustificatici del ricorso alle intercettazioni preventive, si utilizza la formula di carattere generale “prevenzione di attività terroristiche o di eversione dell’ordinamento costituzionale”, mentre sarebbe corretto replicare il paradigma del citato articolo 226 che collega le intercettazioni alla “acquisizione di notizie” concernenti la prevenzione di particolari e specifiche categorie di delitti;

o   non viene chiarito esplicitamente che anche alle nuove intercettazioni preventive si applicano i termini e le procedure che l’art. 226 fissa precisamente;

o   si individua, quale organo deputato ad autorizzare le suddette intercettazioni, il Procuratore Generale presso la Corte di Cassazione, mentre l’autorità giudiziaria più idonea sul piano funzionale è costituita dai Procuratori distrettuali, in conformità al modello di cui al richiamato articolo.

Roma, 28 luglio 2005
La Giunta Esecutiva Centrale

Nota: il comunicato della Giunta A.N.M. e il testo del DL 144/2005 sono pubblicati anche qui: http://www.siatec.net/bloggersperlapace/print.php?sid=1070