\\ Home Page : Articolo : Stampa
FISCO. DORMANT ACCOUNT: RIMBORSI FISCALI CON I CONTI DIMENTICATI PRESSO LE BANCHE
Di Loredana Morandi (del 31/08/2004 @ 18:51:51, in Economia, linkato 331 volte)
Basterebbe un emendamento al disegno di legge sul risparmio, che dovrebbe essere votato alla riapertura della Camera, per restituire subito 15 miliardi di euro ai contribuenti italiani che attendono da più di 10 anni i famigerati rimborsi fiscali, senza incidere sul bilancio dello stato. Infatti, in questi giorni lo stato e le banche si stanno contendendo i cosidetti "dormant account", cioè i conti correnti dimenticati dai risparmiatori che le banche trattengono a tempo indeterminato nel caso in cui non possano essere restituiti ai legittimi proprietari. "I soldi dimenticati nelle banche - afferma Vittorio Carlomagno, presidente di Contribuenti.it, Associazione Contribuenti Italiani - devono essere sempre restituiti ai proprietari o ai loro eredi. Se ciò non è possibile, spettano allo Stato e non alle banche. Attualmente, le banche trattengono perfino i soldi di bambini orfani di genitori scomparsi o delle vittime di incidenti stradali". La Banca d'Italia, il Ministero dell'Economia e l'Abi nulla dicono al riguardo. Lo Sportello del Contribuente, che stima una giacenza presso le banche di circa 15 miliardi di euro, pari al debito dello Stato nei confronti dei Contribuenti per i rimborsi fiscali, chiede al Ministro Siniscalco di intervenire a favore degli italiani con una vera manovra di "finanza creativa", affinché le somme abbandonate siano utilizzate dallo Stato per sanare il debito dello stesso nei confronti di milioni di italiani e per ristabilire la fiducia e la credibilità nelle Istituzioni.