\\ Home Page : Articolo : Stampa
Emendamento FI alla Finanziaria Ritocca Età Pensione Magistrati
Di Loredana Morandi (del 28/11/2005 @ 20:14:22, in Magistratura, linkato 419 volte)

POL:FINANZIARIA 2005-11-25 19:37
FINANZIARIA: EMENDAMENTO FI RITOCCA ETA' PENSIONE MAGISTRATI
NORMA POTREBBE INCIDERE SU CONCORSO PROCURA PALERMO
ROMA (ANSA) - ROMA, 25 nov - Innalzare da 70 a 72 anni l'età pensionabile dei magistrati : è quanto prevede un emendamento presentato alla Finanziaria dal deputato di Forza Italia Pierantonio Zanettin. Una modifica che avrebbe l'effetto di riaprire le porte per l'assegnazione di incarichi di vertice nella magistratura a circa 400 tra giudici e pubblici ministeri con più di 66 anni, che ne erano stati tagliati fuori dalla riforma dell'ordinamento giudiziario. E che perciò, se approvata, inciderà sui prossimi concorsi, e molto probabilmente anche su quelli già in corso, a cominciare dal quello per la nomina del nuovo procuratore di Palermo. Proprio sul concorso per la successione di Pietro Grasso a Palermo si potrebbe aprire una partita dagli  esiti imprevedibili. Della modifica potrebbe beneficiare il procuratore di Messina Luigi Croce, che pur essendo potenzialmente un candidato molto forte, per l'ampio consenso che riscuoterebbe nel Csm, attualmente è fuori gioco per l'età (67 anni). Ma se l'emendamento venisse approvato potrebbe presentare domanda anche l'ex procuratore di Palermo e ora pg di Torino, Giancarlo Caselli; la sua sarebbe un'iniziativa provocatoria, visto che la norma dei 66 anni servì per tagliarlo fuori dalla corsa per la procura nazionale antimafia. L'emendamento di Zanottin non fa nessun riferimento ai  bandi già aperti per coprire i posti direttivi, ma, spiega lo stesso proponente, "presumo che si possa applicare anche ai concorsi in essere".
Una possibilità che sembra concreta anche al consigliere del Csm Francesco Menditto, sino a qualche mese fa presidente della Commissione per gli incarichi direttivi di Palazzo dei marescialli, secondo il quale se l'emendamento venisse approvato c'é il rischio che il Consiglio debba rifare  i concorsi già banditi, con il risultato di "rallentare le nomine dei dirigenti". Zanottin comunque assicura di non aver pensato per nulla a chi potrebbe essere favorito a Palermo dal suo emendamento: "non è questa la finalità della mia proposta". (SEGUE).

FINANZIARIA:EMENDAMENTO FI RITOCCA ETA' PENSIONE MAGISTRATI (2)
(ANSA) - ROMA, 25 nov - A escludere dagli incarichi di  vertice i magistrati che hanno compiuto più di 66 anni è stato l'emendamento Bobbio alla riforma dell'ordinamento giudiziario,  prevedendo che chi viene nominato capo di un ufficio giudiziario  debba assicurare quattro anni di permanenza prima della pensione. Con la modifica di Zanettin (ma lo stesso Bobbio aveva  già presentato in Senato alla Finanziaria un emendamento dello  stesso tenore) la soglia critica si sposterebbe a 68 anni. Per  questo, se la norma venisse approvata e si applicasse alle  procedure in corso, probabilmente il Csm dovrebbe riaprire i  termini dei concorsi per consentire di presentare domanda a chi  non l'ha fatta ritenendo di non avere i requisiti.
"Risolto il problema della procura nazionale antimafia ed  escluso per legge Caselli oggi si torna indietro e gli uffici  direttivi si potranno anche dare ai magistrati che hanno  compiuto 68 anni- polemizza dal Csm Menditto -. E' sempre più  chiaro che il vero pericolo era Giancarlo Caselli alla Direzione  nazionale antimafia. Mi chiedo dopo questi repentini cambiamenti  cosa accadrà ai concorsi in atto al Csm. Ancora una volta si rischia di rallentare le nomine dei dirigenti". "Il mio emendamento non era per tagliar fuori Caselli"  replica Bobbio, che sull'ipotesi che il Pg di Torino si candidi  a Palermo osserva: "non ho mai visto un procuratore  generale  che torna a fare il procuratore della Repubblica. Il che la dice lunga sulla sua imparzialità".(ANSA).