Immagine
 ... twins... di Loredana Morandi
 
"
"Devi concentrarti interamente a ciascuna giornata, come se un fuoco infuriasse fra i tuoi capelli."

Deshimaru
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Loredana Morandi (del 18/08/2004 @ 18:42:10, in Politica, linkato 251 volte)
Roma, 18 ago - ''L'operazione di trasferimento dei profughi dai capannoni a ridosso della Stazione Tiburtina di Roma, un luogo ribattezzato amaramente 'Hotel Africa',  ci sembra un modello da prendere ad esempio e da esportare per tutte le situazioni di questo tipo''. Lo afferma Giulio Calvisi, responsabile Immigrazione della Segreteria nazionale Ds. ''Una volta tanto, infatti - continua Calvisi - non si e' proceduto allo sgombero coattivo degli immigrati, accampati in una situazione disperata anche dal punto di vista igienico-sanitario, ma a un civile trasferimento, concertato tra il Comune di Roma, il Programma Nazionale Asilo, le forze dell'ordine e i profughi stessi, in strutture, dislocate a Roma e in altri comuni italiani, di certo piu' idonee all'accoglienza, piu' confortevoli e piu' sicure''. ''In un periodo in cui il governo di centrodestra arriva perfino a negare talvolta il diritto d'Asilo, un'operazione come questa appare decisamente in controtendenza. Ma speriamo - conclude responsabile Immigrazione Ds - che l'esempio di civilta' dato oggi dal sindaco di Roma e da tutte le persone che si sogno impegnata in questa operazione possa diventare non piu' un'eccezione ma la norma''.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 18/08/2004 @ 18:40:07, in Politica, linkato 239 volte)
Roma, 18 ago - Gli uffici di presidenza delle commissioni Esteri e Difesa della Camera sono stati convocati per il giorno 26 agosto alle ore 15 per discutere della richiesta pervenuta dai capigruppo dell'opposizione, di chiedere un'audizione al governo sulla situazione irachena. Fonte Asca.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 18/08/2004 @ 18:38:14, in Politica, linkato 268 volte)
Roma, 18 agosto. - “Le consultazioni avviate dal ministro leghista Calderoli confermano che il centro destra ha un disegno che danneggia l’economia del nostro paese e i principi elementari di solidarietà sociale”. Lo sostiene il deputato Paolo Cento, coordinatore della segreteria dei Verdi, secondo il quale è significativo che “anche il presidente di Confindustria abbia lanciato un allarme, in riferimento anche ai costi di questa riforma che le opposizioni devono contrastare. Dobbiamo infatti mettere in campo una idea alternativa di federalismo solidale, caratterizzato da una nuova democrazia municipale ed economica e dal rilancio del ruolo del parlamento come centro della sovranità popolare”.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Roma, 18 agosto. - “Di fronte alla protesta dei detenuti, il ministro Castelli ripete il solito copione, attaccando parlamentari e forze politiche che compiono il proprio dovere visitando le carceri”. Lo afferma il Verde Paolo Cento, vicepresidente della Commissione Giustizia il quale aggiunge: “altro che cattivi maestri, come sostiene il ministro Castelli. Noi esercitiamo i nostri diritti costituzionali e non accetteremo dunque intimidazioni” e annuncia “una campagna dei Verdi  che impegneranno anche i propri eletti nelle regioni a visitare i penitenziari con l’obiettivo di verificare le condizioni di vita al loro interno”.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

Il trasferimento di tanti cittadini extracomunitari – tra i quali la gran parte richiedenti asilo – che vivevano nel capannone presso la stazione Tiburtina rappresenta un risultato importante per la città di Roma. Per molti motivi. Innanzitutto perché l’operazione si è compiuta in piena partecipazione e condivisione con le associazioni e con il coordinamento dei profughi: un percorso comune, di autentico rispetto delle persone, delle comunità, delle loro storie, del modello di autogestione che la Comunità di "Tiburtina" si era data in questi anni. Questo percorso rappresenta un esempio di civiltà ed un patrimonio importante da salvaguardare: nessuno può dimenticare cosa fosse la "Pantanella" e quali fossero le condizioni di vita di tante persone che lì dimoravano. Oggi invece Roma , tra le grandi città, realizza un modello innovativo di accoglienza di un grande numero di profughi e di richiedenti asilo: questi cittadini saranno ora ospitati in strutture accoglienti, vivranno in condizioni igienico-sanitarie adeguate, potranno vedere pienamente rispettati i propri diritti e la propria identità. L’operazione, inoltre, consentirà di avviare tutti gli interventi connessi ai lavori per la nuova stazione Tiburtina, nell’ambito di un grande progetto di riqualificazione dell’intera area che insiste nel quartiere. Abbiamo lavorato per mesi e voglio ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a rendere possibile questo importante risultato, dalle associazioni dei profughi, alle strutture del Comune e del Municipio, alle forze dell’ordine e della sicurezza, alle stesse Ferrovie dello Stato.

Comunicato Comune e Coord. Rifugiati RM Tiburtina: Questa mattina oltre 400 persone che vivevano nei capannoni fatiscenti della Stazione Tiburtina sono state trasferite presso strutture di accoglienza attivate dal Comune di Roma. Altre verranno sistemate nelle prossime ore. Si tratta di un’operazione di accoglienza rivolta a persone richiedenti asilo e rifugiate che è stata condotta in modo da preservare e a sostenere l’importante esperienza di autogestione ed il modello sociale sviluppatosi in questi mesi presso la Stazione Tiburtina. Nei capannoni occupati, infatti, centinaia di persone hanno convissuto sviluppando una gestione solidale ed una organizzazione comunitaria ordinata ed efficace, un modello che non va disperso ma anzi implementato ed esteso nei nuovi centri che da oggi li ospitano. Un modello che ha visto la concreta partecipazione di tante realtà del volontariato e del privato sociale, attive non solo nel sostenere la comunità di Stazione Tiburtina, ma anche nell’aiutarla nel rivendicare il proprio ruolo decisionale e rappresentativo. Un ruolo che ha visto la comunità unita nel contestare le semplificazioni con cui spesso è stata raccontata la loro esperienza e le loro storie, ed unanime nel rifiutare quel brutto nome, "Hotel Africa", con cui la loro "casa" è stata chiamata. L’intervento di accoglienza ha visto l’attivazione di tre nuovi centri di accoglienza nella città, oltre alla messa a disposizione di posti nella rete comunale già esistente dei Centri di accoglienza per richiedenti asilo/rifugiati e in quella del Programma Nazionale Asilo (P.N.A.) cui Roma aderisce. Nei nuovi centri verrà applicato, con la collaborazione del Coordinamento Stazione Tiburtina e delle associazioni che in questo periodo hanno partecipato al tavolo congiunto attivato dal Campidoglio, un modello che puntando all’autogestione ed all’auto-organizzazione consenta di replicare l’esperienza avviata nei capannoni della Tiburtina. Una filosofia di intervento che vuole uscire dall’ottica della pur importante accoglienza "primaria" introducendo un percorso condiviso e costruttivo che metta la centro non solo i diritti delle persone ma la loro dignità. Per il Comune di Roma anche un impegno difficile e concreto, in cui il Comune stesso si fa parte attiva con le sue istituzioni senza ricorrere ad alcuna delega. Una operazione che ha dimensioni senza confronti in tutto il Paese e che prevede, infatti, l’attivazione di oltre 500 posti che si vanno ad aggiungere alle migliaia che già ospitano richiedenti asilo e rifugiati. Un impegno, va sottolineato, che sopperisce alla mancanza di interventi da parte di un Governo che lascia senza alcun sostegno e assistenza persone che fuggono dalla guerra e dalla persecuzione.

 Il Comune di Roma                        
 Il Coordinamento Rifugiati di Roma Tiburtina

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

 Magistratura Democratica

 il Segretario Nazionale

E’ giusto e inevitabile che il suicidio di una persona in carcere  debba aprire una riflessione sulla bontà del nostro sistema giudiziario e penitenziario, specie quando si riscontra che i suicidi in carcere l’ultimo anno sono stati tra i 53  ed i 65 (a seconda delle fonti), tra l’altro in genere passati nel silenzio e nella disattenzione.
Risulta invece stupefacente come questo fatto drammatico abbia riaperto la stura ad accuse apodittiche  su volontà persecutorie dei magistrati o circa un uso disinvolto della custodia cautelare in carcere, diretta ad estorcere confessioni.
Se si hanno elementi in tal senso è bene che emergano con chiarezza e adeguatamente documentati, anche per la gravità di una tale accusa; altrimenti non si può che riscontrare di trovarsi di fronte all’ennesima campagna contro i magistrati, di volta in volta accusati di essere giustizialisti o troppo lassisti.

Vale allora la pena rammentare alcuni dati di fatto e normativi:

- Gli articoli del codice sulle misure e sulla custodia cautelare sono stati modificati in termini restrittivi con la L. 8 agosto 1995 n332 ed è possibile emettere una misura cautelare solo per reati di una certa gravità ed in presenza dei gravi indizi del reato contestato e delle esigenze cautelari ( concreto ed attuale pericolo di inquinamento probatorio, concreto pericolo di fuga, concreto pericolo di reiterazione dei delitti). Va anche rammentato che l’indagato è altresì garantito dalla possibilità di ricorrere entro dieci giorni al Tribunale del riesame che deve provvedere entro altri dieci giorni.
- L’ordinamento penitenziario già oggi prevede la separazione degli imputati dai condannati definitivi, norma che non viene rispettata per la situazione di cronico sovraffollamento delle carceri.
- La capienza regolamentare delle carceri non arriva a 43.000 detenuti, mentre quella giudicata tollerabile giunge a 49.000, e nelle carceri italiane vi sono 56.000 detenuti di cui circa il 27 % tossicodipendenti ed il 29 % stranieri. Le persone indagate da giudicare sono circa il 25 % con una significativa e positiva diminuzione rispetto al passato.
- Le disposizioni sul trattamento, il recupero e l’assistenza dei detenuti rimangono in larga parte inattuate (nonostante le previsioni di legge) per la cronica carenza e scopertura degli organici dei servizi sociali a ciò preposti; carenza e scopertura più volte denunciata senza esito.

Al di là di ciò il quadro legislativo può e deve essere migliorato.
Il carcere deve davvero essere ultima ratio ed allora è necessario riprendere il capitolo delle sanzioni alternative che possono essere, almeno per alcuni reati, ben più efficaci del carcere.
Sul lato della procedura penale come Magistratura Democratica abbiamo proposto di demandare al Tribunale della libertà l’emissione delle misure cautelari ( salvo che per i processi di criminalità organizzata e quelli derivanti da fermo ed arresto) con contraddittorio anticipato (e quindi accompagnamento coattivo dell’indagato avanti al collegio e successiva eliminazione del riesame in questi casi), proprio per rafforzare le garanzie del cittadino indagato. Al riguardo occorre confrontarsi e valutarne la fattibilità.
Ma anzitutto occorre assicurare che le leggi già esistenti e la Costituzione, che finalizza la pena alla rieducazione del condannato, vengano effettivamente applicate e messe in grado di funzionare garantendo servizi,  strutture, personale.
Si cominci da questi interventi se la situazione carceraria interessa davvero, e non solo in agosto.
La propaganda, e tanto meno i tentativi di alcuni di cogliere l’occasione per continuare un’opera di delegittimazione della magistratura, non servono e sono solo dannosi per tutti.

Milano, 18 agosto 2004
Magistratura  Democratica
Il Segretario Nazionale
Claudio Castelli

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 17/08/2004 @ 20:14:02, in Politica, linkato 270 volte)
Roma, 17 AGO - ''Sono sconvolgenti per il contenuto di violenza, le frasi del leghista Davide Boni”. Lo afferma il deputato Verde Mauro Bulgarelli intervenuto in merito alla vicenda della fuga degli immigrati dal centro di accoglienza leccese a  Melendugno. “La vicenda degli immigrati nordafricani rinchiusi nel centro di accoglienza 'Regina Pacis' conferma che quei lager vanno chiusi e che l’Italia deve dotarsi di norme degne di un paese civile che sa accogliere uomini e donne in fuga dalla fame e dalle guerre che oggi, grazie alla legge Bossi – Fini, vengono invece rinchiusi nei cosidetti centri di permaneza temporanea dove sono sospesi i diritti umani”.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 17/08/2004 @ 18:41:54, in Politica, linkato 279 volte)

Castelli non vuole riforme ma solo controllo PM

Lo sciopero dei detenuti di Regina Coeli segnala, secondo il Verde Paolo Cento, vicepresidente della commissione Giustizia della Camera,"una situazione esplosiva nelle carceri italiane e denuncia il fallimento dell’indultino, misura che ha dato la libertà non ai diecimila detenuti previsti ma solo alla metà. Nel carcere romano, come in quello di Sulmona e negli altri penitenziari italiani, il sovraffolamento e le carenze igenico - sanitarie rendono disumane le condizioni dei detenuti di cui oltre il 60% si trova in attesa di giudizio. Il suidicio del sindaco di Roccaraso è solo uno dei tanti atti di autolesionismo: è grave che le forze politiche si ricordano di questo problema solo quando riguarda detenuti eccellenti. Inoltre, non si può tacere sul fallimento del ministro Castelli che ha gettato via tre anni di lavoro parlamentare senza giungere ad una profonda riforma della giustizia, e dunque anche della carcerazione preventiva, perché l’unico obiettivo del Guardasigilli e del governo di centro destra è quello di mettere sotto controllo i pubblici ministeri”.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 17/08/2004 @ 18:18:29, in Politica, linkato 337 volte)
Roma, 17 agosto. – “Il presidente della commissione Esteri fa lo struzzo: tiene la testa sotto la sabbia, facendo finta di non vedere”. Paolo Cento, deputato Verde, critica le affermazioni di Gustavo Selva, il quale giudica inutile la convocazione delle commissioni parlamentari. “E’ dovere del governo – spiega Cento – quello di informare il paese sulle azioni politiche e diplomatiche che intende intraprendere in seguito alla disponibilità del Vaticano ad una mediazione per fermare la pulizia etnica in atto contro gli sciiti e rendere noto quanto accade a Nassirya dopo l’attaco ai carabinieri e dopo la notizia mai smentita che l’esercito italiano non entra più nel centro della città. In realtà,  - conclude Cento - Selva non vuole la convocazione del parlamento perchè anche nel centro destra sono sempre di forti le voci di disappunto verso la subalternità di Berlusconi all’amministrazione Bush”.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 17/08/2004 @ 18:16:44, in Politica, linkato 259 volte)
Roma, 17 AGO – “Caro Gentile, giù le mani dal corpo delle donne”. Luana Zanella, deputata Verde, rispolvera un mai tramontato slogan del passato per stigmatizzare l’accanimento di Alberto Gentile sul tema dell’aborto dopo la sua pensata di imporre un ticket. “Le donne italiane, laiche e cattoliche, hanno già espresso la loro opinione con un referendum. Ora Gentile – sottolinea Zanella - ci vuole far credere che le donne siano addirittura dalla sua parte: se il problema è quello di far cassa, lasci il lavoro a chi di competenza. Quanto al suo tentativo, sostenuto purtroppo dallo stesso ministro Sirchia, di commercializzare un tema così complesso ha già trovato una larghissima contrarietà, se non disgusto, nell’opinione pubblica”.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Ci sono 22 persone collegate

< dicembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         




Cerca per parola chiave
 

Titolo
Ambiente (25)
Economia (27)
Estero (43)
Giuristi (25)
Indagini (87)
Magistratura (394)
Osservatorio Famiglia (10)
Politica (335)
Redazionale (10)
Sindacato (30)
Telestreet (6)
Varie (37)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
Not known Facts Abou...
26/08/2018 @ 14:00:00
Di Maybelle
NRI Legal Services 8...
25/08/2018 @ 11:43:58
Di April
NRI Legal Services
25/08/2018 @ 09:54:26
Di Odell

Titolo
Bianco e nero (38)

Le fotografie più cliccate

Titolo
Fansub pornografia e File Sharing ne vogliamo parlare?

 Si
 No
 Non lo so





08/12/2019 @ 14:09:03
script eseguito in 303 ms