Immagine
 globo celeste ... ... di Loredana Morandi
 
"
Non cercare di seguire le orme dei savi di un tempo; cerca ciò che essi cercavano.

Basho
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Loredana Morandi (del 14/09/2004 @ 18:42:50, in Sindacato, linkato 284 volte)
La Federazione nazionale della Stampa italiana comunica: “Apprendiamo con piacere che il Ministro della Funzione pubblica, Luigi Mazzella, ha avviato le consultazioni per definire la vertenza contrattuale dei giornalisti degli uffici stampa pubblici.
Per la verità un annuncio simile era già stato reso noto alcuni mesi fa, in risposta a nove interrogazioni parlamentari, senza che ad esso seguisse alcuna convocazione ministeriale. La Fnsi, costretta a ricorrere alla Magistratura del Lavoro per richiedere l’applicazione della legge 150/2000 sugli uffici stampa, si augura che il Ministero e l’Aran vogliano rapidamente sanare una situazione ormai diventata insostenibile”. Prot. 152/C. Roma 14.09.04
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 14/09/2004 @ 18:40:35, in Politica, linkato 260 volte)
"Riceviamo con vivo piacere la vostra richiesta a cui, del resto, avevamo già risposto positivamente nelle scorse settimane". Così i capigruppo al Senato dei partiti che hanno dato vita alla lista unitaria Gavino Angius (Ds), Willer Bordon (Margherita) e Cesare Marini (Sdi) replicano alla lettera che i senatori Massimo Brutti (Ds), Luigi Zanda (Margherita) e Giovanni Crema (Sdi) hanno oggi inviato per sollecitare un'assemblea congiunta per avviare il processo di federazione.
"Nei prossimi giorni - aggiungono i capigruppo - le presidenze dei gruppi del Senato concorderanno insieme la data dell'assemblea dei senatori di Uniti nell'Ulivo". Roma, 14 settembre 2004
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 14/09/2004 @ 18:36:57, in Politica, linkato 257 volte)

Dichiarazione del senatore della Margherita già capogruppo in Commissione Telekom Serbia

"Ci attendevamo delle scuse. Invece è venuta fuori una richiesta provocatoria, come quella avanzata da Trantino. Necessaria, semmai, dovrebbe essere l'istituzione di una commissione d'inchiesta sull'operato della disciolta commissione Telekom Serbia". Così il senatore della Margherita, Michele Lauria. "In attesa che la magistratura prosegua facendo luce sui mandanti delle calunnie sui falsi dossier ci riserviamo eventualmente di avanzare una richiesta in tal proposito". "I presidenti delle Camere - conclude  Lauria - saranno, mi auguro, più saggi e prudenti di Trantino". 14 settembre 2003

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

“La si elegga insieme alle Regionali. Prevedere anche partecipazione dei cittadini”

“Dopo il fallimento delle bicamerali e l’esito folle cui sta pervenendo l’attuale proposta di modifica, l’Assemblea costituente potrebbe essere una soluzione metodologica per uscire dall’impasse ed evitare lo sfascio istituzionale. Per evitare tentativi pasticciati e pericolosi, serve una riforma partecipata”. Il presidente dei Verdi Alfonso Pecoraro Scanio risponde così alla proposta di un’assemblea costituente eletta dai cittadini.
“Di fronte a questa matassa sempre più ingarbugliata – ha aggiunto il leader dei Verdi - la proposta di un’assemblea costituente può rappresentare una soluzione metodologica interessante e mai sperimentata. E’ utile che venga subito formalizzata in Parlamento per passare dalle interviste ad una soluzione costruttiva. Per quanto ci riguarda sarebbe utile che l’assemblea venga eletta insieme alle Regionali e che all’interno del processo costituente siano previste modalità di partecipazione diretta dei cittadini”. Roma, 14 settembre 2004

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

Invito stampa: La Notte Bianca. Voglia di sognare
II edizione 18 settembre 2004

Cena in Emmaus
di Caravaggio

Giovedì 16 settembre 2004
Roma, Pinacoteca dei Musei Capitolini
Palazzo dei Conservatori, Piazza del Campidoglio

Appuntamento per la visita in anteprima alla stampa ore 16.45 - Sala Pietro da Cortona

In occasione della II edizione di Notte Bianca, ideata e realizzata dal Comune di Roma e dalla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Roma, in collaborazione col Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il Sindaco di Roma Walter Veltroni, il Presidente della Camera di Commercio di Roma, Andrea Mondello e l’Assessore alle Politiche Culturali Gianni Borgna invitano all’esposizione "Cena in Emmaus", l’eccezionale opera di Caravaggio per la prima volta in Campidoglio grazie alla generosa collaborazione della Pinacoteca di Brera. Si tratta di una presenza eccezionale nella Sala di Santa Petronilla (Palazzo dei Conservatori) al fianco delle due tele dell’Artista già parte della collezione della Pinacoteca Capitolina, la Buona Ventura e il San Giovanni Battista. Il confronto tra i tre dipinti consente di ripercorrere gli stadi principali della carriera "romana" di Caravaggio. L’opera resterà in Campidoglio fino al 17 ottobre.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Roma, 14 set - Il Sindaco Walter Veltroni si è recato nel pomeriggio in visita al San Giovanni, dove è ricoverato Pasquale Carabellotti, uno dei feriti nel crollo al Palazzo delle Esposizioni.
Il Sindaco ha espresso al ferito la solidarietà e l’affetto della città e ha voluto sentire dalla sua voce la ricostruzione del grave incidente. Carabellotti ha riferito che nel cantiere venivano rispettate con estremo scrupolo tutte le prescrizioni di sicurezza sul lavoro.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Il Segretario Generale della Federazione Nazionale della Stampa italiana, Paolo Serventi Longhi, ha dichiarato: “Il Sindacato nazionale dei giornalisti e l’Usigrai, che rappresentano oltre 1600 giornalisti dipendenti e centinaia di precari della Rai, hanno il diritto di sapere le forme e le conseguenze del processo di privatizzazione del servizio pubblico che il Ministero della Comunicazione, forse d’intesa con la Presidenza del Consiglio, sembra voler condurre in porto a tappe forzate. La Rai, ed in particolare l’informazione del servizio pubblico, rappresenta un bene prezioso e inalienabile per l’intera collettività nazionale. Il balletto delle percentuali di azienda da privatizzare entro le prossime settimane, le notizie relative alla possibile collocazione in borsa di quote della Rai, le ipotesi su prossime cessioni di strutture e di reti televisive e della radio deve cessare immediatamente. Il Governo faccia chiarezza sull’attuazione della Legge Gasparri, faccia uscire la Rai dall’attuale situazione di non governo ed illustri le proprie intenzioni alle organizzazioni dei lavoratori. I partiti della maggioranza e dell’opposizione si esprimano subito chiaramente. La Fnsi e l’Usigrai proporranno nei prossimi giorni una riunione immediata delle organizzazioni sindacali e di quei movimenti e associazioni che nei mesi scorsi si sono opposte alla Legge Gasparri. Occorrerà valutare concrete e immediate iniziative per salvaguardare il diritto dei cittadini italiani ad avere un servizio pubblico realmente indipendente “. Prot. 151/C . Roma 14.09.04
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 14/09/2004 @ 18:19:27, in Estero, linkato 247 volte)

La notizia riportata dalle agenzie di stampa su di un’imminente viaggio in Iraq del Presidente di Un Ponte per… non è vera, dichiara Fabio Alberti di Un Ponte Per ...
L’opportunità di un incontro tra il Presidente del Parlamento Europeo Joseph Borrel e Fabio Alberti era stata prospettata all’associazione dalla segreteria dell’onorevole Vittorio Agnoletto. Invito molto apprezzato ma che il presidente Alberti è stato costretto a declinare ritenendo indispensabile in questo momento la sua presenza in Associazione.
Peraltro, l’eventualità di recarsi in Iraq da parte dell’associazione Un Ponte per… è un’ ipotesi che, per ovvi motivi, è presente dal primo giorno del sequestro ma attualmente non vi sono elementi per prevederne l’opportunità.

"Un ponte per..."ONG
piazza Vittorio Emanuele II, 132 00185 ROMA

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

“I raid e i bombardamenti ostacolano la trattativa”

“E’ paradossale che un governo che si definisce grande alleato degli Stati Uniti non riesca neppure a ottenere un ‘cessate il fuoco’ di una settimana”. Il presidente dei Verdi Alfonso Pecoraro Scanio torna a chiedere l’impegno del governo italiano per ottenere un “cessate il fuoco” da parte delle truppe di occupazione. “E’ evidente che, come confermano le preoccupazioni del governo francese, i raid sono un serio ostacolo per le trattative - spiega il leader dei Verdi -. Un ‘cessate il fuoco’ da parte delle truppe di occupazione agevolerebbe il compito di chi in queste ore sta lavorando per la liberazione degli ostaggi e consentirebbe anche di isolare un terrorismo sempre più criminale. Ma il governo non riesce neppure a richiedere la sospensione dei bombardamenti”. Roma, 14 settembre 2004

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
“In base a quali valutazioni di urgenza avanzate dalla U.S. Navy e dal Pentagono, il Ministero della difesa ha acconsentito all’avvio dei lavori per la trasformazione del punto di approdo dell’isolotto di S.Stefano in vero e proprio insediamento americano sul territorio italiano, nonostante l’esistenza di una chiara opposizione da parte delle popolazioni locali e la conferma dei numerosi e gravi problemi relativi alla salute, alla sicurezza e alla tutela ambientale commessi alla presenza della base? Perché il Governo continua a non chiarire quale sia l’entità dei lavori di ampliamento del punto d’appoggio della U.S. Navy nell’isolotto di Santo Stefano, quale la reale portata della riorganizzazione della presenza americana sottesa dentro tale ampliamento? In base a quali considerazioni politiche e valutazioni strategiche relative alla difesa nazionale il Governo ha ritenuto legittimo interpretare il Memorandum del 72 nel senso di concedere un’espansione della presenza americana a La Maddalena e per quale motivo tale scelta non è diventata materia di discussione e decisione in sede parlamentare? – sono le domande poste da Elettra Deiana, capogruppo di Rifondazione Comunista in Commissione Difesa alla Camera, e Franco Giordano, presidente del gruppo, in una interpellanza urgente al Presidente del Consiglio ed al Ministro della difesa in merito all’ampliamento del sito statunitense nell’arcipelago de La Maddalena - Da notizie di stampa (L’Unità 13/09/2004) si apprende che i lavori inizieranno il 15 settembre, come confermato da un ordine del giorno trasmesso agli uffici della Naval Support Activity da parte di una commissione tecnica militare. I lavori di ampliamento dell’attuale punto di approdo per una Nave appoggio della U.S. Navy per sommergibili di attacco, relativo ad una modifica apportata nel 1972 all'accordo fra l’Italia e gli Stati Uniti del 1954, riferito ad infrastrutture bilaterali, fa di questa area nucleare statunitense sul territorio nazionale una struttura anomala, avulsa da qualsiasi contesto di compartecipazione di interesse bilaterale, in cui tutti gli elementi di sicurezza ecologico sanitaria, i rapporti istituzionali, le regole urbanistiche, la compatibilità con il Parco Nazionale Arcipelago, restano in secondo piano rispetto alla priorità della U.S. Navy. L'onorevole Martino con una nota ministeriale ha deciso di avallare il Progetto statunitense di «Migliorie infrastrutturali» che era stato respinto dal Comitato Paritetico Regionale sulle Servitù Militari (Co.Mi.Pa.). In questo modo – proseguono i parlamentari - il progetto della U.S. Navy, sommario ma molto esplicito, che trasforma il punto d'approdo in una nuova ed effettiva base nucleare statunitense, viene presentato come un mero rifacimento e ammodernamento delle strutture esistenti. La decisione del Ministro è stata avversata nelle sedi istituzionali, sia dalla Giunta della regione Sardegna che dal sindaco de La Maddalena, oltre che da comitati e dai cittadini, sempre più allarmati dal fatto che nei territori che ospitano gli insediamenti militari dell’intera Sardegna si registra, da tempo, un'elevata incidenza di tumori tra la popolazione, in una percentuale che va decisamente oltre la norma statistica, il 200 per cento in più della media nazionale. In un assetto del territorio così strettamente connesso alla funzione e funzionalità militare – concludono Deiana e Giordano - l’ampliamento del sito americano nell’isolotto di S. Stefano avrebbe ulteriori ricadute negative sulla vita della popolazione in termini di sicurezza della vita e salvaguardia della salute, oltre che per gli equilibri ambientali.”
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Ci sono 8 persone collegate

< dicembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         




Cerca per parola chiave
 

Titolo
Ambiente (25)
Economia (27)
Estero (43)
Giuristi (25)
Indagini (87)
Magistratura (394)
Osservatorio Famiglia (10)
Politica (335)
Redazionale (10)
Sindacato (30)
Telestreet (6)
Varie (37)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
Not known Facts Abou...
26/08/2018 @ 14:00:00
Di Maybelle
NRI Legal Services 8...
25/08/2018 @ 11:43:58
Di April
NRI Legal Services
25/08/2018 @ 09:54:26
Di Odell

Titolo
Bianco e nero (38)

Le fotografie più cliccate

Titolo
Fansub pornografia e File Sharing ne vogliamo parlare?

 Si
 No
 Non lo so





08/12/2019 @ 19:06:32
script eseguito in 267 ms